«

»

nov 11

Sous la direction de Jocelyne Dakhlia et Wolfgang Kaiser, Les musulmans dans l’histoire de l’Europe.

Dakhlia1DAKHLIA2

Questi due ponderosi volumi sono il frutto di un lungo lavoro di ricerca collettiva che ci propone una disamina estremamente puntuale e dettagliata dell’itinerario dei musulmani nella storia contemporanea europea.Nell’era della globalizzazione è diventata una consuetudine soprattutto in momenti di difficoltà sociali e politiche di mettere in discussione argomenti sensibili come la presenza dell’Islam e dei musulmani nello spazio europeo in costruzione in una prospettiva geopolitica che metta l’accento sullo scontro di civiltà più esattamente le opposizioni religiose come luogo di scontro fra Occidente e Islam, due categorie cariche di varie significati che avvelenano il dialogo fra le due sponde del Mediterraneo. L’errore che si fa oggi è quello di voler ridurre tutto ad un ragionamento esclusivamente religioso ed ideologico. Le stesse parole d’Islam, Cristianità o Giudaismo diventano nell’uso del linguaggio quotidiano degli strumenti al servizio delle manipolazioni, ciò che non aiuta a capire le vere dinamiche che ci sono nel voler a tutti costi strumentalizzare fatti religiosi che bisogna analizzare e circoscrivere nei loro contesti specifici. Si tratta di un esercizio politico estremamente pericoloso che ci porta ad una guerra di religione, il vero problema è la tensione ideologica e politica che si nutre di un populismo di basso profilo invece di prendere le distanze da questi falsi argomenti che non aiutano ad affrontare i problemi realmente esistenti cioè i vari estremismi che usano la religione come chiave di lettura per chiudersi a vicenda dando la colpa all’Altro, al diverso. Occorre tornare ai veri problemi, alle fondamenta della nostra società contemporanea.

Il peso di alcune parole come Occidente/Europa/Islam/Musulmani e la loro funzione nella vita quotidiana diventano essenziali per ripensare queste parole in una prospettiva di contatti e di relazioni che vanno oltre la religione, ma che mettono l’accento sulla spiritualità e la libertà di ciascuno di noi di scegliere il modo migliore di vivere insieme. Questi due volumi, sotto la direzione di Jocelyne Dakhlia, gettano una nuova luce sulla travagliata storia della presenza dell’Islam e dei musulmani in Europa dal Medioevo ai giorni nostri. Due libri di riferimento indispensabile per capire trame e sfumature di queste relazioni. Ahmed Habouss

 

 

Print Friendly