«

»

apr 15

SE DEBUSSY CI SVELA QUELLO CHE UNISCE PITTURA E MUSICA

11 aprile 2012 —   pagina 53   sezione: CULTURA

«Voglio vedere del Manet! e sentire dell’ Offenbach», gemeva Claude Debussy da Roma dove era giunto nel 1886 come borsista dell’ Accademia di Francia. Il musicista allora ventiquattrenne aveva trovato il soggiorno a Villa Medici estremamente deprimente e non vedeva l’ ora di tornare a Parigi. Per potere realizzare la sua vocazione non cercava ispirazione nelle bellezze del passato, aveva bisogno di vivere nel presentee confrontare le proprie idee con quelle degli artistia lui contemporanei.

Fonte: http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2012/04/11/se-debussy-ci-svela-quello-che-unisce.html

Print Friendly