«

»

set 15

Più donne che uomini: se non ora quando?

venerdì 27 maggio 2011, ore 19.00
teatro Bolognini

Sylvie Coyaud, Rossella Palomba

Donne e uomini sono portatori di diverse identità che determinano comportamenti, aspirazioni e immagini sociali differenti. Attraverso i numeri saranno esplorate le conseguenze della diversità, a tutto vantaggio degli uomini: in nessun paese del mondo le donne hanno una presenza significativa in luoghi decisionali e di potere, mentre gli uomini latitano tra le mura domestiche. Recenti ricerche dimostrano che, se si raggiungesse la parità (lavoro, salario, merito riconosciuto), il PIL europeo aumenterebbe del 30%. Il vantaggio di superare queste disparità è perciò evidente. Le donne si impegnano per dimostrare le loro capacità e stanno guadagnando terreno, ma sulla loro testa pesa il “soffitto di cristallo”, un ostacolo invisibile dovuto a stereotipi e pregiudizi legati all’identità femminile, che impedisce di valorizzare le loro capacità. Quanto tempo dobbiamo aspettare perché la parità si realizzi? Ai ritmi di crescita attuale, un secolo non basterà.

 

Sylvie Coyaud parla di ricerca scientifica a Radio3 e Radio Popolare e ne scrive su Ventiquattro, del Gruppo 24 Ore, D – La Repubblica delle Donne, OggiScienza e su la stampa online. Tra i premi per la divulgazione scientifica nel 2003 è stato dato il suo nome ad un asteroide e nel 2009 ad un buprestide verde l’Agrilus coyaudi. Ha pubblicato La scomparsa delle api (Mondadori, 2008). Rossella Palomba, demografa sociale, è impegnata in studi e ricerche sul tema della parità e pari opportunità di genere, su cui ha coordinato progetti di ricerca nazionali e internazionali; è stata ambasciatrice per le pari opportunità nella scienza per la Commissione Europea. Autrice del Rapporto ETAN “Donne nella scienza”, è dirigente di ricerca del CNR. Trai i suoi saggi: Vita di coppia e figli (1987), Crescita zero (1991) per Nuova Italia; Figlie di Minerva. Primo rapporto sulle carriere femminili (Franco Angeli, 2000).

Rossella Palomba, demografa sociale, è impegnata in studi e ricerche sul tema della parità e pari opportunità di genere, su cui ha coordinato progetti di ricerca nazionali e internazionali; è stata ambasciatrice per le pari opportunità nella scienza per la Commissione Europea. Autrice del Rapporto ETAN “Donne nella scienza”, è dirigente di ricerca del CNR. Trai i suoi saggi: Vita di coppia e figli (1987), Crescita zero (1991) per Nuova Italia; Figlie di Minerva. Primo rapporto sulle carriere femminili (Franco Angeli, 2000).

Dialoghi sull’uomo

Fonte:http://www.dialoghisulluomo.it/it/2011/petrini/come-non-farci-mangiare-dal-cibo

Print Friendly