«

»

mag 30

L’amore impossibile/1

27 maggio 2012 —   pagina 29   sezione: Copertina

Quando Maria Callas incontrò Pier Paolo Pasolini per girare Medea era una diva secondo alcuni ormai sul viale del tramonto, ma ancora in primissimo piano come personaggio da rotocalco. L’armatore greco Onassis, con cui aveva vissuto per nove anni, l’aveva lasciata per sposare la vedova Kennedy con uno sciame di pettegolezzi praticamente infinito. «Nove anni di sacrifici inutili», aveva commentato lei. L’incontro con Pasolini era stato propiziato da Franco Rossellini che con Marina Cicogna avrebbe prodotto il film: la Callas poteva essere un’ottima Medea e naturalmente un formidabile aiuto per un successo internazionale. Pasolini non era mai stato un frequentatore di teatri d’opera. Aveva visto un Trovatore a Bologna, quando aveva diciotto anni e non si era entusiasmato.

Fonte: http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2012/05/27/amore-impossibile.html

Print Friendly