Il formidabile fiuto di Manganelli

Giorgio Manganelli
TI UCCIDERO’, MIA CAPITALE
Adelphi
pp. 372, € 22.75

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come tanti scrittori della sua generazione, Giorgio Manganelli prestò la sua consulenza a diversi editori, Mondadori, Feltrinelli, Garzanti, Adelphi, Einaudi. All’epoca in cui cominciò le sue collaborazioni editoriali, il quarantenne Manganelli insegnava lingua inglese negli istituti tecnici di Roma, dove era approdato nel ’53 dalla sua città, Milano, scriveva per la Rai, aveva già tradotto numerose opere di letteratura inglese e la sua opera prima, Hilarotragoedia, sarebbe uscita solo due anni dopo da Feltrinelli. Ciò non toglie che avesse, nel suo laboratorio di scrittore, racconti, diari, poesie, schemi narrativi, scalette, appunti, abbozzi, saggi. Materiali rimasti inediti che si sarebbero moltiplicati negli anni e di cui ora Salvatore Silvano Nigro propone una corposa silloge in un volume intitolato Ti ucciderò, mia capitale (Adelphi), che raccoglie racconti elaborati tra il 1940 e il 1982.

Paolo Di Stefano

Print Friendly, PDF & Email