«

»

nov 25

COSÌ IL RINASCIMENTO TRADÌ L’UMANESIMO

24 novembre 2011 —   pagina 54   sezione: Cultura

Una rivoluzione vi è stata in Italia, maturata lentamente lungo secolari storie di invenzioni letterarie, filosofiche e poetiche.

E’ chiamata Umanesimo: una rivoluzione culturale rimasta incompiuta non nelle invenzioni e nelle scoperte, ma nella sua irradiazione nella vita civile. Se qui fosse stata vincente avrebbe dato, grazie anche alla eccellenza dei suoi protagonisti e delle loro idee, alcuni fondamenti politici e morali agli italiani unendoli in “nazione”, in una “patria” comune molti secoli prima del Risorgimento e avrebbe contribuito alla nascita di uno Stato laico, di un popolo libero dalla soggezione alla Francia (dagli Angioini in poi) o alla Spagna (dagli Aragonesi in poi) e ad altre potenze straniere, e libero dal non meno pericoloso potere della Chiesa, dal condizionamento delle sue innumerevoli censure e inquisizioni legittimate dall’uso politico della religione e dall’uso religioso della politica.

Fonte: http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2011/11/24/cosi-il-rinascimento-tradi-umanesimo.html

Aragno Editore

Print Friendly